Ricercatore per un giorno

Vivi un giorno da ricercatore alla scoperta delle tracce degli animali più rari del Parco Nazionale dell‘Appennino Lucano Val d‘Agri Lagonegrese More »

Sentieri

Scopri i sentieri più belli e suggestivi del Parco Nazionale dell‘Appennino Lucano Val d‘Agri Lagonegrese More »

Calendario attività

Scopri le attività del 2015 More »

 

Category Archives: Notizie Varie

Corso di I livello di Speleologia organizzato dalla Scuola Lucana di Speleologia

La Scuola di Speleologia Lucana del Gruppo Speleologico Castel di Lepre di Marsico Nuovo e del Gruppo Speleo Melandro di Satriano di Lucania organizza il I Corso di Speleologia di I Livello. Il corso si terrà nel periodo tra il 1 aprile ed il 1 maggio 2016 tra Satriano e Marsico Nuovo allo scopo di fornire le basi teoriche e pratiche per l’avviamento degli allievi all’attività e alla ricerca speleologica.

Per informazioni:
Merilisa Guerriero: 3208257774
Remo Bartolomei: 3496032867
Raffaele Coiro: 3270181508
gscasteldilepre@gmail.com
Stefania Pascale: 3334349559
Rocco Pignata: 3358051458
gruppospeleomelandro@gmail.com

Locandina

Sud Verticale – Ghiaccio, scialpinismo, roccia, falesie, ferrate nei Parchi del Pollino e dell’Appennino Lucano

La guida più completa per vivere il verticale durante le quattro stagioni in una delle zone più belle dell’Italia Meridionale.
Si compone di 5 parti ben distinte, corrispondenti alle 5 attività verticali praticabili nei Parchi del Pollino e dell’Appennino Lucano. La zona ha vissuto l’incursione, circa 35 anni fa, di uno dei più grandi alpinisti italiani, Alessandro Gogna, che così scrive nella prefazione: “Insomma, un ricordo meraviglioso, ingigantito dal lungo silenzio che seguì le nostre esplorazioni, poi ulteriormente amplificato da vaghe notizie di nuove timide aperture e di qualche grande impresa. Già mi ero interessato a queste nuove frequentazioni per la stesura del mio La Pietra dei Sogni, ma questa guida che sto presentando elenca le nuove vie e le descrive con grande precisione e amore. Rimarchevoli le annotazioni storiche per ciascun itinerario, sia esso di completa avventura sia plaisir. Alla fine si vengono a conoscere nei dettagli imprese, uomini e donne che qui hanno esplorato, sofferto e vinto, oppure qualche volta sono stati sconfitti. Noi questi alpinisti dobbiamo ringraziarli perché sono loro ad aver portato avanti un discorso che viene da molto lontano.”

Fonte: http://www.ideamontagna.it

12314103_10208169450862875_950575196912020733_n

Bracconaggio e strade uccidono 3 lupi in Basilicata

A dispetto dello status di specie protetta ben tre esemplari di lupo (Canis lupus)  sono stati uccisi, nel giro di 7 giorni in Provincia di Potenza di cui due all’interno del territorio del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano.
Il primo, un maschio di 4/5 anni d’età, è stato rinvenuto giovedì sul Monte Raparo, dai  naturalisti impegnati nel progetto di ricerca  “Convivere con il lupo conoscere per preservare” che vede coinvolti 6 parchi nazionali del Sud italia e che sta portando a importanti risultati volti a definire lo status del lupo nelle aree protette del sud italia. Il lupo presentava una evidente ferita sulla zampa con molta probabilità riconducibile ad una tagliola che ha portato alla morte del lupo per dissanguamento o setticemia.

Il secondo, una maschio di 3/4 anni, è stato  rinvenuto sabato a Vaglio da parte dei componenti dell’Osservatorio Regionale degli habitat naturali e delle popolazioni faunistiche della Regione Basilicata. L’animale aveva evidenti traumi sulla zona occipitale riconducibili ad arma da fuoco o oggetti contundenti.

Il terzo, una femmina di circa un anno d’età, è stato rinvenuto nella mattinata di mercoledi a Pergola di Marsico Nuovo, morto in seguito ad un investimento da parte di un veicolo il cui conducente si è fermato per soccorrere il povero animale anche se non c’è stato nulla da fare con l’animale che è morto sul colpo.

Questi tre casi, due dovuti ad evidenti casi di bracconaggio sul lupo ed uno a cause del tutto fortuite, ripropongono la drammaticità del bracconaggio verso questa specie che ricordiamo essere  la prima minaccia per questa specie.

Questi ennesimi episodi richiamano con urgenza la necessità di adottare politiche territoriali a sistema per creare le migliori condizioni di convivenza tra le attività produttive e la presenza di specie come il lupo e la Regione, insieme ai parchi nazionali e regionali lucani, devono assumersi il ruolo e le responsabilità che gli competono in questo campo.

Riteniamo che la prevenzione sia l’unica strada e che bisogna dare risposte concrete a chi ancora oggi vive i casi di predazione e la condivisione dei nostri territori con i lupi come un problema, educando ed informando la popolazione sulla reale ecologia e biologia del lupo e supportando gli allevatori con la diffusione delle migliori pratiche di prevenzione sperimentate dalle alpi all’appennino anche in progetti come il LIFE Arctos ed il LIFE Medwolf. Cani da guardia idonei, recinzioni elettrificate ed un’attività di allevamento che sia gestita considerando la presenza di questa specie, sono tre elementi essenziali su cui le istituzioni si devono impegnare anche con quelle risorse   messe a disposizione nei PSR per tali fini.

Rimane comunque inaccettabile che simili episodi di bracconaggio rimangano senza colpevoli. Il WWF auspica un serio e puntuale lavoro di vigilanza e di indagine perché il bracconaggio ai danni del nostro patrimonio faunistico e dei nostri tesori di biodiversità non può continuare a rimanere impunito.

Fonte: www.wwf.it

La Guida “I Sentieri del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano”

La Guida “I Sentieri del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano”, realizzata e promossa dall’Ente Parco in collaborazione con l’Associazione Guide Ufficiali ed Esclusive, è un nuovo e più completo strumento a disposizione dei camminatori che visitano l’area protetta. I percorsi raccontati sono un “viaggio dolce” attraverso le bellezze naturalistiche, paesaggistiche, culturali, storiche e archeologiche del Parco più giovane d’Italia.

L’idea di realizzare una Guida di sentieri del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, nasce dal desiderio di far conoscere luoghi incantevoli e suggestivi, al fine di renderli fruibili e di invitare a goderne sotto tutti gli aspetti.
L’esperienza dell’Associazione Guide Ufficiali ed Esclusive del Parco, nata nel 2011, nasce da diverse professionalità nonché dall’assiduo e costante lavoro sul campo, svolto non solo con impegno ma anche con amore e passione. Tale esperienza si concretizza con la stesura di questo vademecum utile per chiunque volesse camminare lungo i percorsi descritti, con l’obiettivo di imparare a fruire dei luoghi in maniera sostenibile e consapevole e con la speranza che si riesca a far apprezzare la bellezza, l’identità e l’emozione che i paesaggi riescono a trasmettere.

Scarica la guida “I sentieri del Parco dell’Appennino Lucano”

01_Sezione1

I SENTIERI DEL PNAL Per WEB_001

Ebook habitat e specie acquatiche della Basilicata

E’ stato presentato nei giorni scorsi dell’Ebook “Habitat e Specie Acquatiche della Basilicata” realizzato dall’OAS WWF Val d’Agri grazie all’opera dei naturalisti lucani Remo Bartolomei ed Antonio Luca Conte.

L’acqua è sempre più un bene indispensabile a tutte le attività umane, patrimonio comune e inalienabile delle generazioni presenti e future, fonte di vita e di benessere del pianeta, ma anche risorsa continuamente minata dalla cattiva gestione e dai comportamenti umani che stanno contribuendo a determinare gravissime situazioni come il depauperamento delle falde, l’inaridimento e la predisposizione di alcuni territori a frane e alluvioni, oltre alla perdita della biodiversità delle zone umide.

Con questo ebook si è focalizzata l’attenzione sulla risorsa acqua in Basilicata in considerazione del fatto che  la nostra regione è terra estremamente ricca di acque con i suoi fiumi, le sorgenti, i laghi naturali ed artificiali che vanno a costituire habitat che assumono un ruolo insostituibile per la conservazione della biodiversità ospitando una flora ed una fauna variegata, in particolare le diverse sezioni dell’ebook illustrano i diversi habitat acquatici prioritari presenti in Basilicata e le specie animali maggiormente rappresentativi degli habitat acquatici presenti in Basilicata.

L’ebook è stato realizzato nell’ambito di “E…state nei Parchi e nelle Aree Protette 2015…#percorsid’acqua” promosso dal Dipartimento Ambiente e Territorio e rientrante nel Progetto EPOS per l’educazione e la promozione della sostenibilità ambientale.

Scarica l’ebook >>>>

Scarica le istruzione per installare l’ebook >>>>