Ricercatore per un giorno

Vivi un giorno da ricercatore alla scoperta delle tracce degli animali più rari del Parco Nazionale dell‘Appennino Lucano Val d‘Agri Lagonegrese More »

Sentieri

Scopri i sentieri più belli e suggestivi del Parco Nazionale dell‘Appennino Lucano Val d‘Agri Lagonegrese More »

Calendario attività

Scopri le attività del 2015 More »

 

PARCO APPENNINO LUCANO

La storia del Parco dell’Appennino Lucano – Val d’Agri – Lagonegrese,  il più giovane parco nazionale italiano, risale al 1991 con la legge 394/91  ed è stata contraddistinta sin dall’origine da tormentati iter burocratici che trovano fine l’8 dicembre 2007, quando viene emanato il D.P.R. che sancisce la definitiva istituzione dell’area protetta.

I comuni facenti parte del Parco sono  29 con una popolazione di circa 90.000 unità ed un’estensione di 68.997 ettari. La valenza naturalistica ed ambientale di questo territorio è eccezionale. E’ un’area posta in continuità naturale con i due Parchi nazionali del Cilento e del Pollino e pertanto la sua realizzazione costituirebbe un importante tassello nella realizzazione del sistema dei Parchi e della rete ecologica nazionale.

Il suo perimetro si staglia su una larga parte dell’Appennino Lucano, lungo un articolato confine che dalle vette del Volturino e del Pierfaone si estende fino al massiccio del Sirino, che comprende alcune delle maggiori cime dell’Appennino Meridionale. Tra questi due complessi, imponenti e frastagliati, si aprono a ventaglio le cime più dolci del sistema della Maddalena, un complesso di monti, dal profilo dolce e meno elevato, che racchiude l’alta valle del fiume Agri.

Il territorio considerato, per le sue caratteristiche fisico-ambientali, presenta un’elevata variabilità biologica.

Lascia una risposta